Tassi usura prestiti personali

Per motivarti a leggere questo articolo devi sapere che negli ultimi 5 anni le persone hanno contratto oltre 6.000 prestiti personali con tassi oltre la soglia di usura.

Prenditi quindi un minuto del tuo tempo e scopri cosa è successo a queste povere persone, ti parlerò nel dettaglio dei tassi usura prestiti personali così potrai capire se anche tu sei stato ingannato o meno.

Cos’è un prestito personale

Il prestito personale è la forma basica di credito, cioè il contraente riceve in prestito una somma di denaro da parte di una banca o di un istituto di credito.

Il contraente dovrà restituire i soldi a chi li ha prestati attraverso rate mensili fino a coprire somma iniziale oltre che agli interessi.

Si, proprio così, in quanto la banca o l’istituto di credito non ti presta ovviamente i soldi gratis ma si pattuisce una somma di denaro mensile oltre la cifra iniziale del prestito che deve essere restituita all’ente, questa somma prende il nome di interesse.

Facciamo un esempio: se richiedi un prestito di 1.000€ in 10 rate mensili da 110€, vuol dire che dopo 10 mesi avrai restituito alla banca 1.100€, quindi l’interesse versato sarà di 100€.

Questo ovviamente è un esempio per semplificare la questione ma che ti può fare capire il concetto di interessi all’interno di un prestito personale.

Attenzione, il tipo di prestito menzionato fa parte della categoria dei “crediti al consumo” in quanto non è finalizzato all’acquisto di un determinato bene, come invece lo è il mutuo che ha lo scopo principale di soddisfare il bisogno di acquisto di una casa.

Come viene calcolato il tasso del prestito personale

Comprendere qual è il reale tasso di interesse ti aiuta a scegliere il prestito personale più conveniente per te, senza aver esplicitato questo parametro non puoi capire quali vantaggi o svantaggi incontrerai in futuro.

Il tasso di interesse è composto da svariati fattori, ora non entro nel dettaglio di questo, ma ti basta sapere che l’indicatore che prende il nome di TAEG ti indica l’effettivo tasso, questo comprende anche le spese necessarie per avviare il finanziamento e tutti i costi accessori.

Se questo è il parametro primario devi fare attenzione anche al TAN che è il tasso annuale nominale, cioè il tasso che fa riferimento solamente al capitale che ti è stato prestato.

In linea di massima a parità di TAN devi scegliere il finanziamento che ha TAEG minore.

Questi sono gli elementi che ti servono per giudicare la bontà di un finanziamento, non mi dilungo troppo perchè creare confusione in questo argomento è un attimo, voglio passarti solamente i concetti che realmente ti aiutano nel tuo processo decisionale.

Tassi usura prestiti personali

Con il termine tasso di usura riferito ad un prestito personale si intende un’anomalia sull’effettivo tasso di interesse pagato, come abbiamo visto prima il TAEG indica questo valore e quindi dobbiamo indagare in questo senso.

Per capire se il tasso applicato è oltre la soglia di usura puoi fare riferimento a questa tabella pubblicata dal Sole 24, un autorevole testata di settore.

Come hai visto capire se il tasso che hai contratto è oltre la soglia di usura non è semplice, in questo caso, avvalersi di uno specialista è la soluzione migliore.

Il tasso però non è l’unico aspetto da tenere sotto controllo in un prestito personale, esistono ad esempio altre cause che potrebbero configurare il rimborso degli interessi come:

  • pubblicità ingannevole
  • indeterminatezza delle condizioni

Per questi elementi citati va fatta un’attenta analisi che approfondiremo nei prossimi articoli.

Nel frattempo se sei un pò confuso, pensi di aver contratto un prestito personale oltre la soglia di usura e vuoi avere il parere di una specialista del settore per chiedere aiuto compila il modulo, ti contatteremo il prima possibile.



Lascia un commento