Credit scoring: cos’è e perché tenerlo sotto controllo

Il credit scoring stabilisce con precisione se riceverai o meno un prestito.
Vuoi sapere nel dettaglio cos’è e come tenerlo sotto controllo?
Continua a leggere.

Visual ADifesa – Blog – Credit scoring: cos'è e perché devi tenerlo sotto controllo

Prestito rifiutato? Succede. E la colpa non è soltanto della banca che ti ha negato la richiesta.

Il sistema di prestiti e finanziamenti si basa su regole rigide. È un meccanismo che non può incepparsi, altrimenti le conseguenze sarebbero enormi. Tutto il denaro che viene prestato, deve tornare – obbligatoriamente – nelle mani di chi lo ha messo in circolo, perché se così non fosse non ci sarebbe più credito da concedere.

Ma in che modo banche e agenzie di credito possono stare certi che il denaro in prestito tornerà al suo posto? Bene, esistono diversi modi. Uno fra questi però è senza dubbio fondamentale. Ed è quello di cui parleremo in questo articolo.

Il credit scoring – o punteggio di affidabilità – è il criterio di selezione più importante quando la banca è costretta a scegliere se concederti o meno un prestito. Tenerlo sotto controllo è l’unico modo per poter usufruire ancora, e senza troppi problemi, di prestiti e finanziamenti da parte delle banche.

Cerchiamo ora insieme di capirne di più.

Che cos’è il credit scoring

Ogni banca, prima di concedere un prestito, utilizza particolari criteri per determinare l’affidabilità di chi ha richiesto il denaro. Finora il più efficiente si è rivelato il sistema di credit scoring, un punteggio che stabilisce quanto è solvibile un cliente, in altre parole quanto effettivamente si può fidare.

Il credit scoring è un metodo statistico e viene calcolato sulla base di molteplici informazioni relative a chi chiede il prestito, e non solo. Nello specifico, i dati che servono a costruire il punteggio si possono suddividere in tre categorie:

  • informazioni su chi ha fatto richiesta di prestito
    Dati anagrafici, luogo di residenza, notizie sul settore lavorativo, situazione reddituale, etc.
  • informazioni sul tipo di prestito
    Prestito personale? Cessione del quinto? Elementi che influiscono sulla solvibilità.
  • informazioni su altri debiti in corso
    Dati raccolti dalle Centrale Rischi non appena fai richiesta di prestito.

Anche la presenza di un garante influisce sul punteggio finale.

Il credit scoring viene calcolato da algoritmi complessi, che si basano spesso su meccanismi e tecnologie particolarmente all’avanguardia come per esempio il data mining (estrazione di informazioni rilevanti da una grande quantità di dati apparentemente irrilevanti), intelligenza artificiale e machine learning.

Un sistema infallibile, o quasi.

Il credit scoring e le discriminazioni contrattuali

Il sistema di credit scoring nasce allo scopo di evitare alle banche il rischio di insolvenza per i prestiti concessi, ma non viene utilizzato solo per quello.

Data la sua capacità di ricostruire il profilo di ogni richiedente con estrema precisione, il punteggio di affidabilità viene usato per preparare contratti ad personam, con condizioni contrattuali stabilite sulle caratteristiche specifiche di ciascun cliente.

Un comportamento ai limite del lecito.

Cosa fare per tenere sotto controllo il credit scoring

Tenere sotto controllo il tuo credit scoring rappresenta la via migliore se hai intenzione di chiedere prestiti in banca.

Ma come avrai già capito, non parliamo di un meccanismo che si può aggirare. La sua complessità di calcolo lo rende molto preciso e attendibile, ergo per riuscire ad avere un buon punteggio devi semplicemente rispondere ai requisiti degli istituti bancari.

Gli elementi su cui devi porre maggiore attenzione sono, per esempio, il rapporto tra la rata e il tuo reddito. Prima di chiedere un prestito, quindi, accertati che la rata stabilita dal piano di ammortamento rientri nella tua disponibilità economica mensile.

Inoltre è sempre meglio presentare un garante, se ne hai la possibilità. Se il tuo reddito non è particolarmente alto, un garante con una situazione economica solida influirà positivamente sul punteggio di affidabilità finale.

Infine, com’è ovvio, grande attenzione va posta sulla presenza o meno di segnalazione in Centrale Rischi. Se sei stato segnalato come cattivo pagatore, ad esempio, sarà molto difficile che il tuo credit scoring sia alla fine sufficientemente alto. Pertanto la banca finirebbe per respingere comunque la tua richiesta di prestito, anche se il tuo reddito è alto e la tua rata mensile gestibile.

È chiaro quindi che non ci sono trucchi per avere un punteggio di affidabilità alto. Ma alcuni accorgimenti ti aiuteranno senza dubbio a ottenere con facilità il prestito che ti serve.

Sei stato segnalato ma vuoi lo stesso ricevere un prestito?

La segnalazione in Centrale Rischi inficia molto il tuo credit score e toglie di mezzo ogni possibilità di ricevere il prestito di cui hai bisogno.

Quello che soltanto in pochi sanno però è che la quasi totalità delle segnalazioni in Centrale Rischi sono illegittime e, di conseguenza, facilmente cancellabili.

Il servizio di cancellazione delle segnalazioni di ADifesa nasce appunto per aiutare i cittadini a ripulire la propria reputazione creditizia, per raggiungere un punteggio di affidabilità più alto e ottenere finalmente un nuovo prestito.

Non credi che sia possibile? Leggi qui e scopri di più.

Associazione ADifesa