Casi Reali

In questa pagina inseriremo i casi reali che l’associazione A.Difesa ha seguito nel corso degli anni

Carta revolving – Rimborsati € 2.875,44 al signor Alberto

Il Sig. Alberto, si è rivolto all’Associazione dopo aver visto diversi rimborsi ottenuti da altri nostri associati sulla pagina Facebook dell’Associazione ADifesa.
Per curiosità ha voluto fare effettuare una perizia sul contratto della sua carta di credito revolving Findomestic. Dopo un’attenta analisi della documentazione, sono state riscontrate diverse irregolarità (soprattutto sulla composizione del TAEG) che abbiamo sottolineato alla finanziaria tramite una perizia econometrica accurata dei nostri legali.
Dopo aver inoltrato formale reclamo alla finanziaria, il nostro associato è riuscito ad ottenere un rimborso di € 2.123,37 in soli 3 mesi!
Puoi vederlo qui sotto soddisfatto del rimborso ottenuto.

Prestito personale – Rimborsati € 22.371,02 al signor Arturo C.

Il Signor Arturo, è entrato in contatto con i professionisti del l’associazione A.Difesa per effettuare un’analisi dei costi sostenuti sul suo prestito personale.
In seguito ad un attenta analisi, i nostri professionisti, hanno riscontrato un irregolarità sul TAEG e sul contratto della polizza assicurativa. Dopodichè è stata stilata una perizia econometrica per evidenziare le irregolarità presenti, formalizzando prima un reclamo e successivamente il ricorso presso l’istituto di credito erogante.
Dopo soli 120 giorni, il Signor Arturo ha ottenuto un rimborso totale di 22.371,02 euro tramite assegno circolare da parte della banca.

Cessione del quinto – Rimborsati € 9.032,08 alla signora Giuseppina

La Sig.ra Giuseppina si è rivolta all’Associazione A.DIFESA per il controllo di due cessioni del quinto estinte anticipatamente. I professionisti dall’Associazione A.DIFESA hanno riscontrato diverse irregolarità, e dopo aver inoltrato formale reclamo ( con perizia allegata) alla finanziaria, hanno fatto ottenere un rimborso di € 9.032,08 in favore della nostra associata Giuseppina. In soli 3 mesi!

Cessione del quinto – Rimborsati € 1.522,14 al Sig. Gianni M. (dipendente Poste Italiane)

Gianni ha conosciuto l’Associazione ADifesa grazie ad un annuncio trovato su internet che parlava di rimborsi economici ottenuti da finanziamenti irregolarmente stipulati.
Dopo aver appurato la possibilità di poter contestare le somme addebitate irregolarmente, Gianni ha deciso di affidare a noi la sua pratica per essere tutelato e difeso da comportamenti illeciti della finanziaria.
Così dopo un’accurata analisi della documentazione da parte dei nostri professionisti, sono state riscontrate delle irregolarità che hanno dato diritto al nostro associato, di ottenere un
rimborso di € 1.522,14 pagati dalla finanziaria tramite assegno circolare.

Cessione del quinto-Rimborsati € 3.011,00 al Sig. Giovanni G. (Dipendente Poste Italiane)

Il Sig. Giovanni ci ha conosciuto tramite un collega ( già nostro associato) che con noi, ha ottenuto diversi rimborsi negli ultimi anni. Dopo essere venuto a conoscenza di questa possibilità, ci ha contattato per capire come poter procedere per ottenere il rimborso della sua cessione del quinto estinta anticipatamente.
I nostri professionisti, dopo aver raccolto e analizzato tutta la documentazione contrattuale, hanno riscontrato delle irregolarità nel conteggio di estinzione anticipata.
Dopo di che, abbiamo formalizzato la richiesta di rimborso, e dopo qualche mese, il nostro associato Giovanni ha ottenuto un rimborso di € 3.011,00, l’intera somma da noi richiesta!

Cessione del quinto – Rimborsati € 3.401 al Signor Angelo G.( dipendente AMSA  )

Il Sig. Angelo nel mese di novembre 2017 si è affidato all’ Associazione A.DIFESA per controllare una cessione del quinto stipulata nel 2009.
L’associazione A.DIFESA dopo un attenta analisi ha riscontrato una somma di € 3.401,00 non restituita al Sig. Angelo nella fase di rinegoziazione avvenuta nel 2012.
Grazie ai professionisti incaricati dall’associazione A.DIFESA il sig. Angelo ha recuperato i suoi soldi in solo 2 mesi.

Cessione del quinto – Rimborsati € 871,30 al signor Domenico I. (dipendente ATM)

Il Sig. Domenico si è rivolto all’Associazione A.DIFESA per il controllo di un finanziamento, i professionisti incaricati dall’Associazione A.DIFESA hanno riscontrato un irregolarità nella polizza vita connessa al contratto di finanziamento, e dopo aver inoltrato formale reclamo alla finanziaria, hanno fatto ottenere un rimborso di € 871,30 in favore del nostro associato, in soli 48 giorni!
Grazie ai professionisti incaricati dall’associazione A.DIFESA il sig. Angelo ha recuperato i suoi soldi in solo 2 mesi.

Prestito personale – Rimborsati € 7.000 al signor Angelo C. (dipendente Ferrovie dello stato)

Il Signor Angelo C. si è messo in contatto con i professionisti dell’associazione A.Difesa per effettuare un’analisi dei costi sostenuti sul suo prestito personale.

In seguito ad un attenta analisi, i nostri professionisti, hanno riscontrato un irregolarità sul TAEG che, da diritto al nostro associato, di ottenere un rimborso delle somme pagate ingiustamente.

Dopo soli 90 giorni, il Signor Angelo C. ha ottenuto un rimborso totale di 7.000 euro tramite assegno circolare da parte dalla banca.

Cessione del quinto-Rimborsati € 3.500 al Sig. Massimiliano A. (Dipendente Amsa-Milano)

Il Sig. Massimiliano, si è rivolto all’Associazione A.DIFESA per il controllo di una cessione del quinto estinta 2 anni fa.
I nostri professionisti incaricati, dopo aver analizzato tutta la documentazione, hanno riscontrato un irregolarità nel conteggio di estinzione. Dopo aver inoltrato formale reclamo alla finanziaria, il nostro associato è riuscito ad ottenere un rimborso di € 3.500,00 in soli 3 mesi!

Prestito personale – Rimborsati € 4.472,51 al signor Manuel P. (dipendente azienda privata)

Il Signor Manuel P. è entrato in contatto con i professionisti dell’associazione A.Difesa grazie ad un suo conoscente che aveva già ottenuto un rimborso.
Così ha fatto effettuare un’analisi dei costi sostenuti sul suo prestito personale di euro 13.000,00.
Dopo l’analisi della documentazione contrattuale, i nostri professionisti, hanno riscontrato un irregolarità sul tasso d’interesse che, da diritto al nostro associato, di ottenere il rimborso delle somme pagate ingiustamente.
Dopo 5 mesi, il Signor Manuel P. ha ottenuto un rimborso totale di euro 4.472,51 tramite assegno circolare da parte dalla banca.

Carta revolving – Rimborsati € 2.029,94 alla Signora Melania S. (dipendente azienda privata)

La Sig.ra Melania è entrata in contatto con l’ Associazione A.Difesa grazie al fratello che già ci conosceva.

Anche se in principio era un po’ scettica, ha voluto far analizzare le spese pagate su una carta revolving per un importo finanziato di euro 4.000,00.

Così dopo un accurata analisi della documentazione da parte dei nostri professionisti, sono state riscontrate delle irregolarità contrattuali che hanno dato diritto alla nostra associata, di ottenere il rimborso delle somme pagate ingiustamente.

Dopo 5 mesi, Melania ha ottenuto un rimborso totale di euro 2.029,94 tramite assegno circolare da parte dalla banca.

Cessione del quinto-Rimborsati € 2.123,37 al Sig. Antonio P. (Pensionato)

Il Sig. Antonio, si è rivolto all’Associazione dopo aver visto dei rimborsi ottenuti da altri associati sulla pagina Facebook dell’Associazione ADifesa.

Per curiosità ha voluto fare effettuare il controllo della sua cessione del quinto estinta 3 anni fa e dopo un’attenta analisi della documentazione contrattuale,

i nostri professionisti incaricati, hanno riscontrato un irregolarità nel conteggio di estinzione anticipata.

Dopo aver inoltrato formale reclamo alla banca, il nostro associato è riuscito ad ottenere un rimborso di € 2.123,37 in soli 3 mesi!

Cessione del quinto-Rimborsati € 1.938,12 al Sig. Francesco C. (Dipendente Metalmeccanico)

Il Sig. Francesco, si è rivolto all’Associazione A.DIFESA per capire se anche lui poteva ottenere un rimborso della sua cessione del quinto estinta anticipatamente.


Dopo aver raccolto e analizzato tutta la documentazione, i nostri professionisti hanno riscontrato un irregolarità nel conteggio di estinzione che da diritto al nostro associato di ottenere un rimborso di € 1.938,12 in soli 2 mesi!