Problemi con la banca: a chi rivolgerti? E di chi puoi fidarti?

I problemi con la banca, sono davvero un bel grattacapo. Basta poco a volte ritrovarsi coinvolti in controversie bancarie.

Un contratto scritto in modo poco chiaro, ad esempio, può essere per te uno svantaggio notevole se non hai dimestichezza con il linguaggio finanziario. Tanto che spesso la presenza di irregolarità e inesattezze passa inosservata. E finisce che magari hai diritto ad un rimborso e non lo sai. E i tuoi soldi si perdono tra i cavilli contrattuali.

Eppure, negli ultimi anni, fra i cittadini è cresciuta una certa consapevolezza. Ce lo dice la Banca d’Italia: soltanto nel 2018 i ricorsi contro la banca sono stati circa 27 mila. È una presa di coscienza che fa ben sperare, anche se in molti casi ancora rimane astratta l’idea di una possibile rivalsa contro le banche poco trasparenti.

In altre parole, se da un lato comincia a diffondersi l’abitudine di contestare i comportamenti scorretti degli istituti bancari, allo stesso tempo non tutti i cittadini procedono verso quella direzione. Perché non sanno come fare, ad esempio. O perché non sanno a chi rivolgersi.

E proprio perché noi di ADifesa ci teniamo alla tutela dei diritti dei consumatori, abbiamo voluto racchiudere in questo articolo alcune informazioni fondamentali. Quelle che ti aiuteranno a muoverti con consapevolezza per ottenere i tuoi diritti.

Per capire meglio a chi rivolgerti se hai problemi con la banca e, soprattutto, di chi puoi fidarti davvero.

 

A chi puoi rivolgerti in caso problemi con la banca?

Chi vigila sulle banche? È una domanda che i cittadini si pongono spesso. Convinzione diffusa è infatti che non esista una vera autorità garante in ambito finanziario.

Eppure le banche non hanno il potere di comportarsi come vogliono. Tieni a mente questo: la legislazione italiana – e così anche la giurisprudenza– si muovono sempre a favore dei consumatori. Se hai un problema con la banca, hai tutto il diritto di chiedere una rivalsa.

E per farlo puoi partire da queste tre figure che ti proponiamo qui sotto.

 

L’Arbitro Bancario Finanziario

L’Arbitro Bancario Finanziario è composto da una serie di Collegi presenti in tutta Italia. Si tratta, nello specifico, di un sistema stragiudiziale, ovvero un meccanismo che ti aiuta a risolvere le controversie bancarie ma fuori dall’aula dei giudici.

In altre parole, grazie al l’Arbitro Bancario Finanziario non hai bisogno di infilarti in una causa legale lunga e snervante. Ti basta presentare domanda di ricorso e affidarti al Collegio di esperti che deciderà, secondo quello che stabilisce la legge, se la banca è in difetto nei tuoi confronti.

L’aspetto interessante è che l’Arbitro Bancario Finanziario è un sistema gestito dalla Banca d’Italia. Questo vuol dire che è la stessa Banca d’Italia che ci tiene a garantire i diritti dei cittadini italiani. Grazie a questo sistema, chiunque si trovi in difficoltà con una banca, può procedere in autonomia e lasciare che i Collegi facciano il resto.

Ciò nonostante, avviare una pratica di ricorso senza prima ricevere un consulto da un esperto del settore è comunque rischioso, sono molte le domande che purtroppo vengono respinte per incompletezza dei dati. Quando hai dei dubbi, è meglio rivolgerti a qualcuno che conosce bene i tuoi diritti. Come ad esempio un’associazione consumatori o un avvocato specializzato.

Le associazioni consumatori per i problemi bancari

Sono sempre più diffuse le associazioni consumatori specializzate nella risoluzione di problemi bancari. Questo accade perché, come dicevamo già poco sopra, il numero di risparmiatori che vuole farsi riconoscere un diritto è in forte crescita.

Rivolgendoti ad una associazione, potrai contare sul supporto di professionisti esperti capaci di consigliarti le strategie migliori per ottenere una rivalsa sulla banca. E non solo. Infatti un’associazione consumatori ti segue anche in tutto il percorso. Lavora quindi per te, e gestisce per te la pratica di ricorso, comunicando direttamente con le banche o con l’Arbitrato Bancario Finanziario.

Se non sei un esperto di diritto bancario, persino presentare una domanda di reclamo può sembrarti difficile. Per questo, rivolgerti ad un’associazione come la nostra è la soluzione più semplice e sicura.

Avvocati esperti in controversie con la banca

Anche nel caso di risoluzione per vie stragiudiziali, il supporto di un legale può essere molto d’aiuto.

Quando scegli un avvocato per farti assistere però, ricorda di valutare bene il suo campo di competenza. Se vuoi ottenere un buon risultato dalla tua domanda di ricorso, meglio rivolgersi quindi ad un legale esperto in controversie con la banca. Qualcuno, insomma, che lavora di frequente nel l’ambito del diritto bancario e conosce bene la normativa che tutela i risparmiatori.

 

Nota bene: le associazioni consumatori spesso includono nel loro organico legali specializzati nel settore. Noi ne siamo l’esempio. “ADifesa” mette infatti a disposizione dei suoi associati, fiscalisti e professionisti del settore finanziario ma anche avvocati esperti che vogliono tutelare i tuoi interessi.

 

Come scegliere il professionista giusto se hai problemi con la banca

Ma puoi fidarti di chiunque quando si tratta di controversie bancarie? Gli esperti, quelli che hai trovato facendo una ricerca veloce su Google, sono davvero così esperti come dicono?

Purtroppo no. Ed è importante che tu stia attento. Come abbiamo scritto più volte in questo articolo, muoversi in ambito finanziario è difficile se non ne hai le competenze. E quando non conosci bene il diritto bancario e il diritto a tutela dei consumatori, può succedere di cadere nella trappola di “millantatori” o professionisti improvvisati.

Prendi questo esempio: pensi di aver scoperto un’irregolarità nel contratto del tuo prestito e vuoi chiedere un rimborso. Sei sicuro che ci siano i presupporti per farlo? Solo un vero professionista può darti le risposte giuste. Gli improvvisati pieni di promesse, al contrario, potrebbero illuderti, e sparire poi dopo l’avvio della pratica.

I requisiti di un vero esperto di controversie bancarie

Qui sotto trovi una breve lista dei requisiti che non possono mancare in un vero esperto di controversie bancarie.

Prima di scegliere a chi rivolgerti per risolvere i tuoi problemi con la banca, accertati che rispetti questi punti che ti stiamo elencando. Solo in quel caso potrai dirti tranquillo!

  • Esperienza nel campo finanziario, bancario e legale

Un trittico inevitabile. Tutti e tre i campi sono fondamentali nella gestione di una pratica di ricorso. Non a caso, sono il punto forte dell’Associazione “ADifesa”. I tre soci fondatori della nostra associazione arrivano, ognuno, da questi tre settori. È così che garantiamo agli associati un’assistenza globale, che non trascuri nessun aspetto della procedura

 

  • Focus su un settore specifico

La tutela del consumatore è un campo vastissimo. Ed è per questo che molte associazioni si specializzano su determinati settori. Succede ad esempio con il settore della telefonia, o con quello alimentare, o delle assicurazioni, etc. Solo così è possibile assicurare i giusti risultati. Al contrario, i professionisti generici o “tuttofare” sono sempre un grosso rischio per i cittadini che hanno bisogno di assistenza.

 

  • Conoscenza completa delle procedure di rimborso

Una ricorso che si chiude con un rimborso è un ricorso di successo. Chi conosce in modo approfondito il diritto bancario, sa bene come agire per ottenere dalle banche i risarcimenti dovuti. La nostra associazione ad esempio si è occupata negli anni di rimborsi di spese e assicurazioni per cessioni del quinto, rimborsi su prestiti personali e carte di credito revolving e rimborsi per perdite da investimenti finanziari. Se quello che vuoi è ottenere un risarcimento, scegli un’associazione che sappia per certo come fare.

 

  • Uffici reperibili e sede fisica davvero esistente

Ultimo aspetto da non sottovalutare è la presenza di un ufficio (fisico, reale) a cui rivolgersi in caso di problemi. Scegliere di affidarsi ad una associazione senza ufficio o sede legale può essere pericoloso. A chi ti rivolgerai, poi, se dovessi scoprire che i consulenti truffaldini che hai scelto sono spariti dopo aver avviato la pratica? Meglio fare attenzione.

 

  • Testimonianze dimostrabili e recensioni reali

I risparmiatori devono avere l’ultima parola. Chi, meglio di loro, può garantire sulla professionalità di un’associazione o uno studio legale? Assicurati quindi che ci siano testimonianze e recensioni accessibili. Un po’ come quelle che trovi sulla nostra pagina Facebook o sulla nostra pagina Casi reali: è qui che i nostri associati raccontano la loro esperienza con “Adifesa”.

 

Vuoi saperne di più sul nostro lavoro? Hai bisogno di una mano a sbrogliare una situazione spiacevole con la tua banca? Nella sezione Contatti trovi tutte le informazioni necessarie. I nostri esperti saranno ben felici di poterti dare una mano!

 



Lascia un commento